Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA COVID-19: INFORMAZIONI IMPORTANTI SUI VOLI E INDICAZIONI PER INGRESSO IN ITALIA E IN COLOMBIA.

Data:

15/10/2020


EMERGENZA COVID-19: INFORMAZIONI IMPORTANTI SUI VOLI E INDICAZIONI PER INGRESSO IN ITALIA E IN COLOMBIA.

IMPORTANTE: OBBLIGO REGISTRAZIONE APP Check Mig PER PASSEGGERI DA/PER LA COLOMBIA

A partire dal 7 settembre, tutti i cittadini colombiani e stranieri, in entrata e in uscita dalla Colombia, prima di imbarcarsi su un volo internazionale, devono obbligatoriamente inserire i propri dati sulla app di Migración Colombia Check-Mig https://apps.migracioncolombia.gov.co/pre-registro/public/preregistro.jsf.
Dopo l’inserimento delle informazioni richieste il passeggero riceverà un’e-mail di conferma che deve presentare in aeroporto alle Autorità migratorie.

IMPORTANTE: NUOVI REQUISITI PER L'INGRESSO IN COLOMBIA

Dal 21 settembre entrano in vigore i seguenti requisiti per l’ingresso in Colombia:

  • esibire prova PCR Covid-19 realizzata NELLE 96 ORE ANTERIORI ALL’ORARIO DI PARTENZA del volo per la Colombia, con risultato negativo; è necessario che il certificato indichi chiaramente che la prova realizzata è quella PCR, in quanto la Colombia non accetta al momento risultati ottenuti con altre tipologie di test.
  • compilare nelle 24 ore precedenti alla partenza il modello Check-Mig https://apps.migracioncolombia.gov.co/pre-registro/public/preregistro.jsf;
  • effettuare la registrazione del proprio stato di salute attraverso l’applicazione CoronApp (da scaricare nelle principali piattaforme).

All’arrivo in Colombia non sarà più obbligatorio l’isolamento di 14 giorni, tenuto conto che il passeggero sarà in possesso della prova PCR Covid-19 con risultato negativo.

In tutti gli altri casi, solo eccezionali e comunque espressamente autorizzati, il passeggero all’arrivo in Colombia dovrà rispettare l’isolamento preventivo obbligatorio, oltre che effettuare il tampone e seguire le misure che gli verranno indicate dalle Autorità sanitarie.

Per maggiori informazioni, si consiglia di consultare il sito di Migración Colombia https://migracioncolombia.gov.co/.

 

Dal 23 marzo sono stati sospesi tutti i voli passeggeri internazionali da/per la Colombia. Dopo tale data le Autorita’ colombiane hanno comunque consentito numerosi voli umanitari straordinari per consentire la partenza di cittadini stranieri (tra cui anche tanti italiani) ed il rimpatrio di colombiani nel Paese.
Per quanto riguarda i voli per fare ingresso in Colombia, si fa presente che ad oggi non e’ consentito l’ingresso agli stranieri. Nel caso di cittadini italiani residenti in Colombia, si invita a consultare il sito del Ministero degli Esteri colombiano per conoscere eventuali voli autorizzati e contattare l’Ambasciata colombiana che sta coordinando i voli di rientro in Colombia per maggiori informazioni. 
La Autorita’ hanno indicato che a settembre potrebbe essere autorizzata la regolare ripresa di alcuni voli internazionali, inizialmente con un numero limitato di rotte e secondo modalita’ che non sono ancora state specificate.
Dal 1 settembre sono invece autorizzati gli spostamenti interurbani ed alcuni collegamenti aerei interni, in via sperimentale e per il momento limitatamente a 14 tratte nazionali.

NON SONO AL MOMENTO PREVISTI NUOVI VOLI DIRETTI PER L’ITALIA. Questi sono i prossimi voli per il rientro in Europa dei quali l’Ambasciata e’ a conoscenza:

  • 17 ottobre volo IBERIA, Bogotá-Madrid
  • 17 ottobre volo KLM, Bogotá-Cartagena-Amsterdam
  • 18 ottobre volo IBERIA, Bogotá-Madrid
  • 18 ottobre volo AIR FRANCE, Bogotá-Parigi
  • 18 ottobre volo AVIANCA, Bogotá-Madrid
  • 20 ottobre volo KLM, Bogotá-Cartagena-Amsterdam
  • 21 ottobre volo AIR FRANCE, Bogotá-Parigi
  • 22 ottobre volo IBERIA, Bogotá-Madrid
  • 22 ottobre volo KLM, Bogotá-Cartagena-Amsterdam
  • 24 ottobre volo IBERIA, Bogotá-Madrid
  • 24 ottobre volo KLM, Bogotá-Cartagena-Amsterdam
  • 25 ottobre volo AVIANCA, Bogotá-Madrid
  • 01 novembre volo AVIANCA, Bogotá-Madrid
  • 08 novembre volo AVIANCA, Bogotá-Madrid
  • 15 novembre volo AVIANCA, Bogotá-Madrid
  • 22 novembre volo AVIANCA, Bogotá-Madrid

I biglietti per i prossimi voli commerciali straordinari sono ora acquistabili direttamente con le rispettive compagnie aeree, attraverso i loro siti o i call center.
Non e’ dunque più necessario ne’ chiedere all’Ambasciata di essere inseriti nelle liste per un volo (tranne per i casi espressamente indicati), ne’ inviare email o contattare telefonicamente l’Ambasciata per manifestare interesse per i voli.

In caso di cancellazione del volo commerciale per il quale si era in possesso di biglietto, occorre contattare direttamente la rispettiva aerolinea. Le varie compagnie aeree stanno infatti realizzando ulteriori nuovi voli straordinari anche nel mese di ottobre, offrendo la possibilità ai passeggeri titolari di biglietto di essere riprotetti.

Essendo consentiti a partire dal 1 settembre gli spostamenti su tutto il territorio nazionale, e considerando la riattivazione del trasporto terrestre interurbano, non è più richiesta l’autorizzazione del volo rilasciata dal Ministero degli Affari Esteri colombiano per raggiungere Bogotá (o l’aeroporto di partenza del volo).

Con il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 13 ottobre, il divieto di ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni abbia soggiornato o transitato in Colombia, introdotto dall’Ordinanza del Ministero della Salute dello scorso 12 agosto e prorogato con il DPCM del 07 settembre, è stato esteso al momento fino al prossimo 13 novembre.

Le sole ECCEZIONI al presente divieto sono:

- cittadini UE (inclusi i cittadini italiani), Schengen, del Regno Unito, di Andorra, San Marino, Principato di Monaco, Città del Vaticano e loro familiari, A CONDIZIONE CHE SIANO RESIDENTI ANAGRAFICAMENTE IN ITALIA DA DATA ANTERIORE AL 13 AGOSTO 2020, con obbligo di presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, un’attestazione di essersi sottoposti a test molecolare o antigenico (effettuato per mezzo di tampone), nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia, con risultato negativo.

- cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo in Italia (ai sensi della Direttiva 2004/38/CE) e loro familiari, A CONDIZIONE CHE SIANO RESIDENTI ANAGRAFICAMENTE IN ITALIA DA DATA ANTERIORE AL 13 AGOSTO 2020, con obbligo di presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, un’attestazione di essersi sottoposti a test molecolare o antigenico (effettuato per mezzo di tampone), nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia, con risultato negativo.

- equipaggi e personale viaggiante dei mezzi di trasporto.

- funzionari e agenti, comunque denominati, dell’Unione Europea o di organizzazioni internazionali, agenti diplomatici, personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, funzionari e impiegati consolari e personale militare e delle forze di polizia, italiano e straniero, nell’esercizio delle loro funzioni.

ANCHE PER TALI ECCEZIONI VALE L’OBBLIGO DI ISOLAMENTO FIDUCIARIO DI 14 GIORNI.

SI INVITA A CONSULTARE CON ATTENZIONE il seguente link relativo alle domandi frequenti per il rientro in Italia e all’ingresso di cittadini italiani e stranieri:

https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html.

Alla partenza dalla Colombia, tutte le persone in possesso dei requisiti sopra indicati, e quindi autorizzate a viaggiare, sono chiamate ad esibire il modulo di autocertificazione, che andrà poi consegnato all’ingresso in territorio italiano. E’ quindi necessario stampare, compilare e firmare prima della partenza dalla Colombia l’autodichiarazione scaricabile al precedente link. Si potrà raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo di trasporto privato.

L’Ambasciata non rilascia nessuna autorizzazione per l’ingresso in Italia.

I connazionali che si trovano in Colombia devono attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorità colombiane per la prevenzione del contagio e di seguire i media e le Istituzioni locali per gli aggiornamenti.

A tal fine, è possibile consultare i siti:

Ministero della Salute (https://www.minsalud.gov.co)

Migración Colombia (https://www.migracioncolombia.gov.co)

A partire dal 1 settembre ed almeno fino al 31 ottobre, in tutta la Colombia vige la fase di“isolamento selettivo”, con l’obbligo di mantenere il distanziamento. L’emergenza sanitaria nazionale e’ stata prorogata fino al 30 novembre.

Sempre e solo nel rispetto di rigidi protocolli sanitari (distanziamento minimo, utilizzo mascherine, ecc..), sara’ consentito uscire di casa senza restrizioni e frequentare alcuni luoghi di agglomerazione tra cui cinema, palestre, piscine, hotel, casinò, scuole, università, luoghi di lavoro, trasporto pubblico, ristoranti, parchi di divertimento, luoghi di culto, musei e biblioteche. Ogni Comune ha comunque la facoltà di imporre limitazioni in base all’andamento dei contagi.

Sono consentiti gli spostamenti terrestri su tutto il territorio nazionale e viene riattivato il trasporto pubblico e privato intermunicipale.

E’ prevista inoltre la ripresa graduale del trasporto aereo nazionale, inizialmente solo con alcuni collegamenti sperimentali tra i maggiori centri urbani.

Per quanto riguarda i voli internazionali, il Ministero della Sanita’, per quanto sua competenza, ha emesso un parere dichiarandone la possibile ripresa, ma il Governo non ha ancora chiarito quali saranno le nuove modalita’ che consentiranno l’ingresso di cittadini stranieri in Colombia e non sono comunque al momento note le rotte internazionali che verranno autorizzate ad operare.

In tutto il territorio nazionale restano comunque vietati:

- eventi di carattere pubblico o privato che implichino agglomerazioni di persone;

- l’apertura di bar e discoteche;

- il consumo di bevande alcoliche in luoghi pubblici.

Continua ad essere obbligatorio l’isolamento delle persone che presentino sintomi riconducibili al Coronavirus.

Le frontiere terrestri, marittime e fluviali con i Paesi confinanti rimarranno chiuse almeno fino al 1 novembre 2020.

A Bogotà la ripresa delle attività e’ al momento prevista secondo le seguenti modalita’:

- da lunedì a domenica: tutte le attività essenziali (alimentari, farmacie, banche, ecc.);

- da lunedì a giovedì: attività senza contatto con la clientela (commercio all’ingrosso e attività manifatturiera);

- da giovedì a domenica: attività con contatto con la clientela (ristoranti, lavanderie, parrucchieri, ecc.) e attività sociali, culturali e sportive all’aria aperta.

Per il momento, nella Capitale, rimangono proibite le seguenti attività in spazi chiusi: casinò, teatri, cinema, parchi tematici, bar, discoteche, piscine, palestre e chiese.

Per maggiori informazioni, https://bogota.gov.co/

A partire dal 21 settembre inizierà la parziale riattivazione dei voli internazionali, inizialmente da e per alcuni Paesi del continente americano. Non è ancora stata stabilita la data della ripresa delle operazioni da e verso l’Europa.

In attesa di una ripresa dei voli commerciali dall’Europa, si potrà rientrare in Colombia con uno dei voli straordinari dalle principali Capitali europee. Non sono previsti voli diretti dall’Italia e pertanto i connazionali che intendono recarsi in Colombia, devono consultare il sito del Consolato colombiano a Roma https://roma.consulado.gov.co/, o a Milano https://milan.consulado.gov.co/ e controllare i voli straordinari disponibili sui sito delle singole compagnie aeree per l’acquisto del biglietto.

 


331