Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA COVID-19: INDICAZIONI PER INGRESSO IN ITALIA E IN COLOMBIA

Data:

28/01/2022


EMERGENZA COVID-19: INDICAZIONI PER INGRESSO IN ITALIA E IN COLOMBIA

ATTENZIONE: Considerata la situazione epidemiologica in Europa, la Farnesina raccomanda a tutti i connazionali di evitare viaggi all’estero se non per ragioni strettamente necessarie.

Si fa altresì presente che considerato l’alto numero dei contagi in molti Paesi europei, non si possono escludere future ulteriori restrizioni agli spostamenti che rischierebbero di complicare eventuali rientri in Italia, considerato che non vi sono voli diretti dalla Colombia.

Si ricorda che è disponibile all'indirizzo: https://infocovid.viaggiaresicuri.it/ un questionario interattivo per verificare la normativa italiana in vigore in merito agli spostamenti da/per l’estero.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLE CERTIFICAZIONI DI VACCINAZIONE

La Circolare del Ministero della Salute italiano n. 42957 del 23/09/2021 stabilisce che, fatto salvo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di ingressi transfrontalieri:

  • Le certificazioni di vaccinazione rilasciate dalle Autorità sanitarie straniere a seguito di vaccinazione con i vaccini riconosciuti dall’EMA ovvero Comirnaty (PfizerBioNtech), Spikevax (Moderna), Vaxzevria (AstraZeneca), COVID-19 Vaccine Janssen (Janssen-Johnson & Johnson), o con i vaccini Covishield (Serum Institute of India), R-CoVI (R-Pharm) e Covid-19 vaccine-recombinant (Fiocruz), sono considerate come equipollenti alla certificazione verde COVID-19 per le finalità previste dalla legge, purché riportino i dati identificativi del titolare (nome, cognome, data di nascita), i dati relativi al vaccino (denominazione e lotto), data/e di somministrazione, dati identificativi di chi ha rilasciato il certificato (Stato, Autorità sanitaria), e siano redatte in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco (ove fossero rilasciate in un’altra lingua, dovranno essere accompagnate da una traduzione giurata).
  • I suddetti vaccini sono considerati validi ai fini dell’emissione della Certificazione verde Covid-19 a favore dei cittadini italiani (anche residenti all’estero) e ai loro familiari conviventi, nonché ai cittadini stranieri che dimorano in Italia per motivi di lavoro o studio e a tutti i soggetti iscritti a qualunque titolo al Servizio Sanitario Nazionale che sono stati vaccinati all’estero. Queste persone potranno richiedere, se si trovano già sul territorio italiano, il rilascio delle certificazioni verdi COVID-19, emesse dalla Piattaforma nazionale-DGC sulla base dei criteri di emissione stabiliti dalla norma di legge, recandosi presso le Aziende Sanitarie locali di competenza territoriale.

Per maggiori informazioni sui vaccini autorizzati: https://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=255 

Per maggiori informazioni su come ottenere la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass): https://www.dgc.gov.it/web/ottenere.html

REQUISITI PER L'INGRESSO IN COLOMBIA

Per entrare in Colombia è OBBLIGATORIO:

compilare prima della partenza il modello Check-Mig https://apps.migracioncolombia.gov.co/pre-registro/public/preregistro.jsf; in caso di non compilazione del modello, le compagnie aeree non consentiranno l’imbarco.

Inoltre, dal 14 dicembre 2021 sono entrate in vigore nuove disposizione concernenti l’ingresso nel Paese per tutti i maggiori di 18 anni stabilite dal Ministero della Salute colombiano con la Risoluzione 2052 del 6 dicembre 2021. In particolare:

  • I cittadini colombiani, gli stranieri residenti nel Paese e il personale diplomatico dovranno presentare un certificato di vaccinazione elettronico con schema di vaccinazione completo e con applicazione della seconda dose almeno 14 prima del giorno di arrivo in Colombia. In alternativa, per coloro che non compiano i predetti requisiti, si potrà presentare l’esito negativo di un test PCR effettuato fino a 72 ore prima dell’imbarco.
  • I cittadini stranieri non residenti dovranno presentare un certificato di vaccinazione elettronico con schema di vaccinazione completo e con applicazione della seconda dose almeno 14 prima del giorno di arrivo in Colombia. Nel caso abbiano ricevuto solo la prima dose del vaccino o la seconda dose sia stata somministrata da meno di 14 giorni, dovranno presentare l’esito negativo di un test PCR effettuato fino a 72 ore prima dell’imbarco. I cittadini stranieri non residenti che non abbiano ricevuto alcuna dose di vaccino non potranno entrare nel Paese, nemmeno esibendo l’esito negativo di un test PCR effettuato fino a 72 ore prima dell’imbarco.

Si ricorda che per tutti i maggiori di 12 anni è in vigore a livello nazionale il requisito dell’esibizione del certificato di vaccinazione con schema completo per poter accedere a determinati luoghi pubblici e stabilimenti (tra i quali anche bar e ristoranti), attività ed eventi dove si possano presentare concentrazioni di persone. In base alle indicazioni delle Autorità locali, potranno essere presentati anche i certificati di vaccinazione stranieri. I cittadini colombiani e i cittadini stranieri residenti in Colombia che si siano vaccinati all’estero potranno richiedere la generazione del certificato di vaccinazione colombiano tramite la piattaforma https://mivacuna.sispro.gov.co/MiVacuna.

L’emergenza sanitaria in Colombia le misure di isolamento selettivo sono al momento estese fino al 28 febbraio 2022 compreso.

Le frontiere terrestri, marittime e fluviali con Brasile, Ecuador, Panama e Perù sono state riaperte dal 19 maggio 2021.

I connazionali che si trovano in Colombia devono attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorità colombiane per la prevenzione del contagio. Si raccomanda di consultare costantemente, oltre al sito dell’Ambasciata d’Italia a Bogotà, i siti e i social del Ministero della Salute colombiano e delle diverse municipalità per aggiornamenti sulla situazione sanitaria e il sito di Migracion Colombia.

MISURE E INDICAZIONI PER IL RIENTRO/INGRESSO IN ITALIA

Con l’Ordinanza del Ministero della Salute del 14.12.2021, in vigore a partire dal 16 dicembre, la Colombia è passata dal Gruppo E al Gruppo D di PaesiChi fa ingresso in Italia avendo soggiornato o transitato in uno o più Paesi del Gruppo D nei 14 giorni precedenti deve:

  • compilare il modulo digitale di localizzazione del passeggero EU Digital Passenger Location Form (dPLF) disponibile al seguente link: https://app.euplf.eu
  • presentare certificazione verde Covid-19 o certificazione di vaccinazione equipollente;
  • effettuare un test (molecolare nelle 72 ore antecedenti l’ingresso nel territorio nazionale, oppure antigenico nelle 24 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale) con esito negativo. Il termine del test molecolare è ridotto a 48 ore per gli ingressi da Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente europeo). In mancanza della certificazione Covid (e fermo restando l’obbligo di sottoporsi al test molecolare o antigenico sopra menzionato), è necessario sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e all’isolamento fiduciario di 5 giorni, al termine del quale è obbligatorio sottoporsi a tampone (test molecolare o antigenico).

Sono previste delle eccezioni all’obbligo di tampone e di isolamento che si invita a consultare CON ATTENZIONE: https://www.esteri.it/wp-content/uploads/2022/01/Restrizioni-allingresso-in-Italia-270122.pdf  

In caso di insorgenza di sintomi COVID-19, resta fermo l'obbligo per chiunque di segnalare tale situazione con tempestività all'Autorità sanitaria e di sottoporsi, nelle more delle conseguenti determinazioni dell'Autorità sanitaria, ad isolamento.

Si invita infine a consultare con la compagnia aerea di riferimento l’eventuale esistenza di ulteriori documenti da presentare all’imbarco, e a verificare le condizioni ed i requisiti in vigore nel Paese dove si effettuerà il transito aeroportuale.


331